Tunnel di compostaggio Carpi

Tunnel di compostaggio Carpi

AIMAG SpA

Carpi | Modena - Italia
  • Tipo di Impianto: Ricevimento, miscelazione e compostaggio in biocelle
  • Materiale trattato: Rifiuti organici da raccolta differenziata
  • Capacità: 60.000 t/anno

Sedici biocelle sono il cuore di questo impianto di compostaggio per rifiuti organici provenienti dalla raccolta differenziata. Per il compostaggio dei rifiuti organici provenienti dalla raccolta differenziata è indispensabile che questi vengano miscelati con una certa quantità di materiale strutturale legnoso che ha la funzione di assicurare la permeabilità all’aria della miscela. La miscela da sottoporre al trattamento biologico viene preparata da un miscelatore (pre-esistente) che viene alimentato mediante due alimentatori indipendenti, uno per i rifiuti organici e l’altro per il materiale strutturale (vergine o di riciclo). Un sistema di trasportatori porta la miscela presso le biocelle che vengono riempite con la pala meccanica. Le biocelle sono costituite da camere in calcestruzzo armato. Ciascuna cella ha la forma di un tunnel cieco ed è dotata di un sistema di ventilazione forzata integrato nel pavimento. Una volta caricata la biocella, si chiude il portone scorrevole che assicura la tenuta, evitando così la dispersione di odori. L’aria di processo viene insufflata attraverso il pavimento ed è in parte ricircolata nella stessa biocella. L’aria di scarico viene avviata alla biofiltrazione per il controllo degli odori. Per assicurarne il funzionamento ottimale, il biofiltro è dotato di un umidificatore dell’aria in ingresso e di un sistema di umidificazione superficiale della massa biofiltrante. Una volta completato il processo biologico, il materiale viene scaricato dalla biocella e trasferito al sistema di raffinazione (pre-esistente).

39_Carpi_GB-web.pdf